Polimenorrea: cause, sintomi e rimedi

Per polimenorrea si intende un arrivo anticipato del ciclo mestruale. Nonostante il corredo sintomatico si dimostri del tutto simile alle mestruazioni tradizionali alla base della polimenorrea si celano cause ormonali, dovute soprattutto ad alterazioni. La polimenorrea è una condizione clinica sulla quale intervenire, nella maggior parte dei casi, tramite prescrizione medica di trattamenti ormonali. Ma andiamo ad approfondire le cause, i sintomi e i rimedi contro il disturbo.

Polimenorrea: di che cosa si tratta?

Il ciclo mestruale femminile intercorre mensilmente ogni 28 giorni circa. Capita di frequente, soprattutto in caso di ciclo irregolare, di assistere ad un intervallo del tutto normale compreso tra i 25 e i 36 giorni. Si parla di polimenorrea quando la comparsa delle mestruazioni, tra un mese e l’altro, si attesta al di sotto dei 24 giorni, di oligomenorrea se si superano i 36 giorni. 

Le donne che soffrono di polimenorrea presentano un ciclo mestruale anticipato rispetto alla norma, diventando un vero e proprio rischio per la salute dell’organismo in caso di periodi prolungati in conseguenza dei quali si può assistere all’insorgere di forme di anemia. I rischi per la salute aumentano in caso di poli-ipermenorrea, quando il ciclo mestruale compare allo stesso tempo in anticipo e con un flusso decisamente abbondante.

Corredo sintomatico e cause

Nella maggior parte dei casi la polimenorrea implica gli stessi sintomi del flusso mestruale regolare. Tra gli altri sintomi secondari possono presentarsi: mal di testa, intenso dolore addominale, ritenzione idrica, mal di schiena, aumento del peso ponderale, dolore al seno, nausea, gonfiori addominali e senso di stanchezza generale. 

Le cause della polimenorrea si suddividono generalmente in una riduzione sulle tempistiche della fase pre-ovulatoria o della fase post-ovulatoria. In quest’ultimo caso i rischi possono comprendere l’infertilità femminile, oppure la presenza di un’endometriosi. Nei casi più comuni le cause si ricollegano a semplici disfunzioni ormonali, patologie della tiroide, sindrome dell’ovaio policistico, presenza di fibromi, alterazioni ormonali dovute alla pre-menopausa. 

Cure e trattamenti

In caso di disfunzioni ormonali la polimenorrea può essere trattata con trattamenti farmacologici e terapia ormonale. In caso di insufficienza luteale possono essere prescritte per via orale terapie a base di progesterone nei giorni del ciclo.

Gli estrogeni e progestinici vengono invece prescritti in presenza di cause dovute alla pre-ovulazione. In altri casi si può ricorrere anche alla prescrizione di anticoncezionali, per normalizzare la decadenza del flusso mestruale. La polimenorrea, nei casi più lievi, può essere trattata anche con rimedi naturali fitoterapici a base di erbe come l’Angelica, la Potentilla anserina.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi