Storia ed opere di Esenin, lo scrittore che scrisse Pugacev

Sergej Aleksandrovic Esenin nacque nell’ottobre 1895 a Konstantinovo e fu un poeta e scrittore molto importante in Russia, soprattutto nel periodo della rivoluzione. Pugacev ho uno dei suoi più importanti poemi sul capo della rivolta pugacevscina, una guerra contadina iniziata nel settembre del 1773 a causa della rigidità politico-sociale dei cosacchi. Andiamo a scoprire di più sulla vita dell’autore di questo poema, uno scrittore che in Italia è famoso per aver composto la poesia “Confessioni di un teppista” ripresa da Angelo Branduardi per una delle sue canzoni più conosciute.

Biografia di Esenin

Nato da contadini, Sergej venne inviato in seguito dai nonni per una migliore vita. Già in età giovane cominciò a scrivere i primi componimenti e nel 1912 riuscì a trasferirsi a Mosca dove ottenne il primo incarico come correttore di bozze in una casa editrice. Nel 1913 si iscrisse all’università mi Mosca studiando nella Facoltà di Lettere solo per un anno e mezzo. A San Pietroburgo, la città in cui si trasferì nel 1915 comincio a diventare più conosciuto nei circoli dei colleghi letterati; Aleksandr Blok divenne importante per Esenin con lo scopo di intraprendere i primi passi come poeta, imparando il lirismo. Durante la sua vita, essendo un tipo molto romantico, tendeva a innamorarsi facilmente Infatti è la bellezza di 3 mogli e davvero molte amanti. Nell’anno 1916 ebbe il primo successo con il libro Radunica, la prima raccolta di poesie di stampo molto pungente soprattutto quando decanta l’amore e la vita semplice. Fu arruolato durante la rivoluzione di ottobre del 1917 sostenendo i bolscevichi, ma vedendo che il periodo non aveva portato una vita migliore, si schierò contro, criticando il neo governo. Da una delle sue relazioni ebbe Juri che fu arrestato nel 1937 durante il periodo stalinista e morì in un gulag. Dopo aver sposato la prima moglie Zinaida, ebbe due figli, Tatjana e Konstantin che in futuro diventarono rispettivamente una scrittrice e uno statistico di calcio. Il rapporto amoroso più famoso che Esenin ebbe su quello con la ballerina Isadora Duncan, più grande di lui di quasi vent’anni, con la quale ebbe matrimonio lampo che finì nel 1923 quando Sergej tornò a Mosca. Ebbe svariate relazioni con attrici, donne comuni e poetesse, come la Vol’pin che gli diede un figlio, Aleksandr, che Esenin non riconobbe. Proprio questo diventò poeta e attivista durante la cosiddetta Guerra Fredda poi trasferirsi negli Stati Uniti divenendo un matematico. Durante il periodo buio in cui Esenin si devotò all’alcolismo che gli causava allucinazioni sposò in modo illegale la nipote di Lev Tolstoj, Andreevna: l’autore infatti non aveva divorziato ancora da Isadora Duncan. Durante il periodo natalizio del 1925, dopo essere uscito dalla clinica di riabilitazione dall’alcol, Sergej si trasferì a Leningrado e lì si suicidò alla veneranda età di 30 anni, dopo pochi giorni.

Opere

  • Il rosso dell’alba, 1910
  • Le acque alte hanno lambito, 1910
  • La betulla, 1913
  • Autunno, 1914
  • La cagna, 1915
  • Guarderò nel campo, 1917
  • Ho lasciato la casa natia, 1918
  • Teppista, 1919
  • Confessioni di un teppista, 1920
  • Sono l’ultimo poeta del paese, 1920
  • Preghiera per i primi quaranta giorni della morte, 1920
  • Non ho pietà, non grido, non piango, 1921
  • Pugačëv, 1921
  • Solo una gioia ho lasciato, 1923
  • Una lettera alla madre, 1924
  • Taverna Mosca, 1924
  • Confessioni di un teppista, 1924 (nuova edizione)
  • Luce di luna desolata e pallida, 1925
  • L’Uomo Nero, 1925
  • Al cane di Kačalov” (Jim, cane dell’attore Kačalov), 1925
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi