Opinioni sulla prossima stagione di formula 1

La scorsa stagione si è chiusa con un’altra vittoria della Mercedes che si è classificata prima grazie ai suoi piloti e costruttori. A scaldare il cuore dei fans per il prossimo campionato F1 non saranno solo i rombi dei motori ma anche le grandi novità come l’uso innovativo di piattaforme streaming il ritorno dell’Alfa Romeo e  la voglia di vincere della Ferrari.

Campionato F1 del 2018: tra cambiamenti e innovazioni

Cosa deve aspettarsi dal Circus f1 il pubblico che segue incollato alla tv ogni gara? Forse un nuovo modo di guardare da casa le gare e grandi novità su ogni fronte. Eccone alcune:

La trasmissione di F1 su piattaforme digitali

Liberty Media ha acquisito l’impero della formula 1 al posto di Eccletone e ora si appresta al lancio di nuove sfide prima l’offerta di un servizio gratuito per i telespettattori che desiderano seguire il campionato da casa. Si tratta di piattaforme streaming disponibili al momento solo in Germania, Olanda, America, Messico e Francia. Una nuova alternativa alla pay tv, fonte di guadagno per aziende private come Sky a scapito della televisione pubblica. Lascia l’amaro in bocca la notizia dell’esclusione della Rai dal progetto di Liberty Media che ha rifiutato la sua offerta per incompatibilità con le linee direttive standard. Anche gli  italiani dovranno pagare per vedere in televisione la competizione sportiva di Formula 1 del 2018.

Ferrari:  c’è voglia di vincere ancora

C’è tanta voglia di vincere nel pilota che guiderà la monoposto Ferrari nel campionato F1 2018. Kim Raikkonen lotta per il primo posto e forse ha i mezzi adatti per farlo. Deve solo rimettere i pezzi al proprio ordine e trovare il giusto equilibrio.  Lo scorso campionato la Ferrari ha dovuto fare i conti con un motore poco affidabile, gli errori umani di piloti come Vettel che hanno subito il confronto pressante con Hamilton e la grande star Mercedes. Brucia ancora il secondo posto, tante sono i rimproveri e i rimpianti ma l’ottimismo quest’anno sale. La Ferrari si sta preparando al meglio per la nuova sfida: dalla creazione di tre nuovi motori sicuri e affidabili e la scelta di nuovi collaboratori nel reparto della meccanica. Cosa manca allora per vincere? Se lo chiedono in tanti.  Forse manca una figura guida per i piloti una sorta di psicologo o guru capace di entrare nella loro mente e renderli più forti di fronte agli avversari  e alle tante avversità.

Il ritorno dell’Alfa Romeo

Il general manager della Formula 1  Marchionne ha annunciato il  ritorno dell’Alfa Romeo nel circuito delle gare automobilistiche. In tanti sono rimasti basiti dalla notizia che ha il sapore un pò retrò per un epoca innotiva e supertecnologica. Ma la scelta di Marchionne ha radici storici  e mira a ritrovare l’ultimo anello mancante per chiudere lo storico cerchio della Formula 1.  Non bisogna lasciarsi ingannare dall’annuncio: l’Alfa Romeo darà solo il nome alla nuova macchina mentre la Ferrari fornirà i motori e la Sauber ne costruirà il telaio. Una scommessa non  facile  ma di certo non impossibile se i due piloti  della nuova Alfa Romeo sono Marcus Ericsson e Charles Leclerc.

Sicurezza  nel circuito

La sicurezza nei circuiti è stato un tema molto importante durante la riunione della Fia a Parigi. Si è molto discusso l’aumento del peso automobilistico dovuto al metodo di protezione Halo, una barra arcuata collocata sulla testa del pilota. Tra polemiche e critiche  attualmente si aggiungono altre novità sulla sicurezza come i due progetti avviati nel 2018:

  • la creazione di caschi all’avanguardia con protezione balististica  che attutiranno meglio i traumi subiti a causa di un incidente.
  • L’uso dei guanti biometrici permetterà attraverso dei sensori cuciti al loro interno d’inviare ai medici informazioni sullo stato di salute del pilota e intervenire rapidamente in caso di malessere.

Un importante passo è stato fatto in ordine di sicurezza per i piloti che troppo spesso hanno perso la vita. Chissà se sarà facile per i piloti abituarsi a strutture aggiuntive nella monoposto e alle nuove regole! I fans lo scopriranno presto nella prossima sfida del campionato di Formula 1.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi