Le nuove tecnologie che aiutano a rendere la casa più sicura

La sicurezza domestica è un settore estremamente importante, infatti la maggior parte degli italiani sono preoccupati dai furti in casa e dalle effrazioni. Per evitare questi rischi è possibile migliorare la protezione dell’abitazione, sfruttando dispositivi e sistemi sempre più innovativi. Ecco quali sono le nuove tecnologie per la sicurezza della casa.

Le telecamere di videosorveglianza con scheda SIM

Un prodotto piuttosto sofisticato, un ottimo deterrente contro i malintenzionati che vogliono entrare nella propria abitazione, sono le telecamere di videosorveglianza con SIM. Come spiegato nel dettaglio in questo articolo, si tratta di dispositivi possono essere collegati alla rete mobile 3 o 4G a seconda del modello, grazie all’utilizzo di apposite schede SIM telefoniche.

In questo modo la telecamera è indipendente rispetto alla connessione Wi-Fi, può essere installata in qualsiasi luogo o punto della casa, inoltre è possibile controllarla da remoto. In base al tipo di videocamera può essere capace di registrare video in maniera automatica, ad esempio se i sensori rilevano un’intrusione, visualizzando i filmati sul proprio smartphone oppure salvando i file in cloud per una maggiore sicurezza.

Alcune telecamere con SIM sono dotate di funzionalità particolari, come la visione notturna, l’adeguamento alle connessioni mobili evolute 4G LTE e persino 5G, con modelli da interno e da esterno. Inoltre scegliendo un prodotto senza fili con batteria, ovvero wireless, è possibile evitare il rischio di manomissioni, blackout e altri inconvenienti tipici delle telecamere di videosorveglianza tradizionali.

Serrature elettroniche per la porta di casa

Un’innovazione particolarmente interessante, che consente di migliorare la sicurezza domestica, sono le serrature elettroniche. Nonostante nell’immaginario collettivo i ladri siano considerati dei funamboli, in grado di entrare nell’abitazione dal tetto, dalle finestre o da qualsiasi altra apertura, in realtà la maggior parte delle effrazioni viene eseguita dalla porta di casa.

Alcuni modelli sono veramente facili da forzare, tra cui le serrature a doppia mappa, per le quali basta utilizzare un grimaldello bulgaro. Questo strumento permette ai malintenzionati di fare una copia della chiave, perciò non hanno bisogno di forzare o rompere la serratura, ma riescono a entrare come se fossero i proprietari dell’immobile. La soluzione in questi casi è la sostituzione della serratura, tuttavia bisogna spendere molti soldi per acquistare un modello con cilindro europeo e livello antieffrazione elevato.

Invece è possibile installare una serratura elettronica, per aprire la porta di casa con lo smartphone, usando dei codici di accesso, il lettore di impronte digitali oppure il sistema per il riconoscimento del viso. Ciò consente di aumentare di molto la protezione domestica, inoltre qualora si perdesse il telefono basta una connessione internet, per accedere al sistema e modificare i codici di accesso.

Antifurti intelligenti: quali vantaggi offrono

Una soluzione adeguata per migliorare la sicurezza della casa sono gli antifurti intelligenti, impianti di ultima generazione con i quali proteggere l’abitazione e i propri familiari. Tramite le nuove centraline smart è possibile migliorare l’efficienza dei vecchi sistemi di allarme, realizzando un impianto collegato alla domotica residenziale e alle Forze dell’Ordine.

In questo modo è possibile controllare l’abitazione dal proprio smartphone, per visualizzare in qualsiasi momento gli ambienti della casa anche quando ci si trova al lavoro o in viaggio. Con delle telecamere avanzate si possono effettuare zoom, monitorare le stanze muovendo la camera in varie direzioni, persino parlare con gli invasori attraverso i sistemi con audio bidirezionale.

Alcuni modelli di antifurto intelligente permettono di ricevere notifiche in tempo reale, ad esempio dopo la rilevazione di un’intrusione, inviando automaticamente messaggi al proprio smartphone e ai numeri memorizzati per le emergenze. Senza ombra di dubbio questi impianti sono degli ottimi deterrenti, in grado di diminuire il rischio di effrazioni e furti in casa, oltre a consentire un intervento immediato in presenza di malviventi all’interno dell’immobile.

I sensori biometrici per l’accesso all’abitazione

Purtroppo ancora non sono una realtà nel settore della sicurezza domestica, tuttavia potrebbero diventare una tecnologia piuttosto comune entro poco tempo. I sensori biometrici sono veramente infallibili, considerati al momento la migliore opzione per la verifica degli accessi. Attraverso la scansione della retina, infatti, vantano un livello di efficienza di quasi il 100%, riconoscendo una persona con una precisione assoluta.

L’installazione di questi sistemi alla porta di casa consentirà di rendere ancora più impenetrabili le nostre abitazioni, per una sicurezza senza precedenti. Allo stesso modo si potranno integrare più tecnologie nello stesso impianto, configurando sistemi di autenticazione a 2 o più fattori. Ad esempio potrebbe essere prevista la lettura delle impronte digitali, la scansione della retina e infine l’inserimento dei codici.

Naturalmente potrebbe sembrare un film di fantascienza, eppure questo procedimento richiede appena pochi secondi, soprattutto quando le nuove connessioni 5G saranno diventate una realtà consolidata. Le tecnologie esistenti e quelle in arrivo ci aiuteranno a rendere le nostre abitazioni più sicure, ricordandosi che l’opzione migliore è sempre la manutenzione costante, l’aggiornamento continuo e gli investimenti in sistemi e prodotti di alta qualità.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi