Art 7 cds: informazioni sulla circolazione nei centri abitati

Che cosa sancisce nello specifico l’articolo 7 del codice della strada in merito alle informazioni sulla circolazione nei centri abitati? Conoscere ogni articolo del codice stradale risulta pressoché impossibile, ma ecco come una guida specifica può esserti d’aiuto nel caso di dubbi o lacune. L’articolo 7 cds stabilisce le decisioni assumibili dai comuni volti alla regolamentazione del traffico nei centri abitati, comprese le aree a traffico limitato, le zone pedonali e le aree adibite ai parcheggi gratuiti e a pagamento. Ma come si articola tale capacità decisionale attribuita ai comuni italiani?

Che cosa prevede la regolamentazione

L’articolo 7 cds viene inserito nel Titolo I, regolamentando le competenze decisionali dei comuni, in riferimento alla circolazione all’interno dei centri abitati. Come elencato in precedenza l’articolo va ad interessare le zone a traffico limitato, le zone dei parcheggi liberi e a pagamento e le aree pedonali. Tramite un’apposita ordinanza i sindaci possono emettere specifiche limitazioni e blocchi stradali a controllo della circolazione nei centri abitati, in modo parziale o totale.

Per parzialità si intende una specifica categoria di veicoli interessati alla limitazione, mentre per totalità si comprende una completa prevenzione e tutela dall’inquinamento in una specifica area. L’articolo 7 cds implica il corretto perseguimento delle regolamentazioni sancite dal ministero dei trasporti e dal ministero dell’ambiente. Allo stesso tempo ogni sindaco può rifarsi all’articolo 6 del codice della strada, le limitazioni decise dal Prefetto, in caso di messa a repentaglio della sicurezza pubblica durante manifestazioni e scioperi.

Il comune può decidere di riservare alcune aree al passaggio di taxi e mezzi pubblici, continuando a garantire una continuità dei servizi di trasporto per i cittadini. In caso di reali necessità il comune può decidere di optare anche per deroghe speciali ai blocchi del traffico, con relativi permessi di circolazione in caso di assoluta necessità. Al Comma 1b dell’Art 7 del cds si stabilisce anche l’obbligo di precedenza o stop in prossimità di strade ad incroci.

La regolamentazione dei parcheggi si concentra invece sulle aree di sosta a pagamento, quelle gratuite e quelle riservate ai veicoli delle forze dell’ordine, mezzi pubblici, trasporto disabili, mezzi di soccorso, aree di sosta camper, aree per il carico e scarico. Tutti i parcheggi devono trovarsi all’esterno della carreggiata per non ostacolare il traffico stradale. I parcheggi a pagamento vengono assegnati dalle decisioni assunte in giunta comunale, fissando la tariffa e l’efficacia della rimozione del veicolo in caso di trasgressione. Le strisce delle aree a pagamento devono essere regolamentate dalle classiche strisce blu. I comuni possono delineare anche zone di traffico limitato o pedonali prevedendo sanzioni per ogni trasgressore.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi