Motoveicoli a tre ruote: quali sono i più famosi? Caratteristiche e utilizzi migliori

Molti di noi sono abituati ad usare solo veicoli a quattro o a due ruote, per farci sentire o più sicuri o più spericolati sulla strada. Raramente si vedono di questi motoveicoli che invece hanno tre ruote: andiamo a vedere quali sono i tricicli a motore più conosciuti, le loro caratteristiche, quando e per cosa vengono utilizzati.


Un po’ di storia dei tricicli: quale fu il primo ad essere utilizzato dall’uomo?

Per triciclo si intende un veicolo, dal punto di vista strettamente tecnico, di piccole dimensioni è dotato di tre ruote, i solito una anteriore e due posteriori. Il primo triciclo della storia su quello a propulsione umana cioè una specie di bicicletta, ma a tre ruote. In sostanza, come quelli usati dai bambini più piccoli.

Con l’avvento del motore a vapore, molti esperimenti del XIX secolo furono dei veicoli con un’architettura a tre ruote, come il Motorwagen del 1886 De Dion-Bouton e Serpollet. Dopo il boom commerciale delle automobili con quattro ruote la produzione di questo tipo di veicoli rimase un po’ in disparte, per riprendere dall’inizio del primo decennio del 900 fino alla prima metà degli anni Trenta.

Negli anni del dopoguerra i tricicli subirono un calo dei prezzi, ma comunque, grazie a ciò, vi fu una maggiore produzione di vetturette di questo tipo, utili a far riprendere il processo di motorizzazione dei paesi coinvolti nel conflitto e quindi impoveriti. Di questo periodo ricordiamo le vetture prodotte dalla Messerschmitt e la Bond Cars (ispirata all’agente 007 forse). Più avanti, negli anni 70, il mercato dei motoveicoli a tre ruote passo in mano al monopolio inglese che, grazie all’azienda Reliant, riscosse un maggior successo che perdurò fino alla fine degli anni 90. Questa fu l’epoca in cui questo tipo di motoveicoli fu introdotto nell’ambito motociclistico: l’azienda italiana Piaggio infatti, nel 1973 e nel 1984 comincia con la produzione di modelli a tre ruote, prima di una versione con due ruote posteriori, e in seguito con due ruote anteriori.

Motoveicoli a tre ruote attuali: descrizione dei più famosi

Ape Piaggio: è sicuramente tra i tricicli a motore ancora in uso. “L’Apetta”, così viene ancora chiamata, non è altro che un veicolo leggero da trasporto da cui probabilmente hanno preso spunto per produrre i taxi thailandesi.
Trike: si tratta di un motoveicolo a tre ruote, il cui nome deriva da bike e, per estensione, chiamato così per indicare proprio la moto vettura a tre ruote).
Piaggio Mp3: è una versione moderna e ristudiata dell’Ape Piaggio, dotata anche di cappotta protettiva. Viene usata ancora, anche dai postini per il trasporto della posta e per poter viaggiare protetti e in sicurezza.
Yamaha Niken: ultima rivoluzione del tre ruote.

Nel futuro prossimo l’altra ditta giapponese Kawasaki, probabilmente spinta dalla concorrenza, metterà sul mercato la Concept J.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi