Ferro da stiro a caldaia: perché sceglierlo?

ferro da stiro ariete La scelta del ferro da stiro, per una brava casalinga, non è una decisione da poco poiché molti sono i fattori da prendere in considerazione: la capacità del serbatoio, il consumo, le dimensioni, il materiale della piastra e la potenza di erogazione del getto. Il ferro da stiro a caldaia, ad esempio, sembrerebbe avere ottime caratteristiche, a meno che non si tratti di un modello appartenente ad una categoria troppo bassa.

Questa tipologia di ferri da stiro si scalda in pochi minuti, grazie alla buona potenza, oltre ad avere una elevata capacità del serbatoio e una maggiore pressione. Molto utili, inoltre, nel caso in cui ci si ritrovi più spesso a stirare camicie o vestiti: la qualità di stiratura di tali indumenti, con un ferro da stiro a caldaia, migliora notevolmente grazie alla maggiore pressione.

Secondo le recensioni pubblicate su ferrodastirocaldaia.com l’impugnatura è comoda ed ergonomica, e vi è la possibilità di stirare su diversi tessuti, ma anche l’indispensabile funzione anti calcare, un sistema di auto spegnimento, il vapore verticale per giacche e tende, un sistema di anti gocciolamento e una piastra Microsteam.

Dopo aver preso in considerazione i vantaggi di questa tipologia di ferro da stiro (risparmio di tempo e fatica, una migliore qualità della stiratura e una maggiore praticità) bisogna valutare anche gli svantaggi, ovvero le dimensioni più generose rispetto ad un ferro da stiro tradizionale, ed il costo non sempre alla portata di tutti. Molte casalinghe considerano questo elettrodomestico eccessivamente ingombrante e poco pratico da usare, visto che necessita anche di un’asse da stiro parecchio robusta.

Tra i ferri da stiro a caldaia maggiormente consigliati e più venduti vi sono: il Rowenta DG8960, il Silence Steam Eco Energy, il Philips GC9222/02 PerfectCare, il Rowenta DG8560 Perfect Eco, il Polti Vaporella Forever 1905 Eco Program, il De Longhi Stirella PRO1870XS e infine il Tefal GV7250 Express Anticalc.

I prezzi variano a seconda del modello e a seconda che si acquisti il prodotto in un normale negozio fisico o sul web dove i prezzi sono più convenienti e si possono trovare offerte molto vantaggiose praticamente 12 mesi l’anno. Non è un caso che molte persone si stiano ormai abituando a comprare quasi solo su internet visto il grande risparmio che, su un ferro da stiro di fascia media, può essere anche dell’ordine di 20-30 euro (riscontrato personalmente). Insomma la crisi rende sempre più difficile far quadrare i conti, almeno per queste spese conviene approfittare dei vantaggi del web per risparmiare!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi